Bellissimi esempi di universal design per gli interior di casa

universal design di interni - esempi da seguire

Case in cui la scelta dell’universal design ha dato originalità, eleganza e un tocco chic.

di Sabrina Barbante

Universal Design, Design Universale, Design for all (o design per tutti): le varie nomenclature per questo stile (o scelta) di progettazione raccontano subito e bene il suo scopo finale: concepire l’arredamento e la progettazione affinché sia accessibile per tutti e tutte, in ogni fase della vita e per vari tipi di necessità o difficoltà motoria.

icone di mamma con bambino, anziani, carrozzine e sedie a rotelle e donne incinte
INFOGRAPHIC-UNIVERSAL-DESIGN
Che cosa è l’Universal Design?

Facciamo un passo indietro e mettiamo qualche parola, sempre utile, per ricordare che cosa si intende per design universale: si tratta di una metodologia progettuale che ha per obiettivo la progettazione e la realizzazione di edifici, prodotti di arredo e ambienti che nascono come accessibili ad ogni categorie di persone, al di là dell’eventuale presenza di una condizione di disabilità.
Dunque si tratta di una progettualità che pensa a disabili, donne incinte, anziani, mamme e papà con passeggini, periodi di momentaneo problema motorio (tipo un post operatorio) ecc., come condizioni della vita di cui tener conto all’atto della progettualità di ogni spazio privato e pubblico.

Questo per rendere gli ambienti adatti a tutti e belli/funzionali sempre, a costi più contenuti rispetto alle strutture “di emergenza” che si usano per ovviare alle situazioni di cui sopra.

EOS Hotel stanza - accessibile e design minimal
Questo design universale si basa su 7 principi portanti: uso equo, quindi non discriminatorio, uso flessibile, percettibilità delle informazioni, uso intuitivo, concezione che mira al contenimento dello sforzo fisico, presenza di spazi di avvicinamento (tipo, buona possibilità visiva generale degli spazi), tolleranza dell’errore per minimizzare i rischi

Ci sono diverse strutture pubbliche sparse per il mondo progettate secondo i principi dell’Universal Design, come il Brooklyn Botanic Garden di New York o il centro servizi al cittadino La Casa di Marina, a Cardano del Campo (VA) su progetto di Wolf Haus, solo per citarne due, una lontana e una molto vicina.

In realtà oggi è anche possibile e frequente progettare case secondo questi principi e il trend è in crescita; i risultati si dimostrano spesso molto “chic” perché i progetti sono seguiti ed eseguiti da studi di architettura che lavorano in via esclusiva con il design per tutti.

Oggi ne conosceremo insieme alcuni.

universal design per interior - alcuni bellissimi esempi - immagine per pinterest
condividi questo post su Pinterest!

Tecnologia e domotica

Impossibile oggi parlare di design universale senza tenere in considerazione quanto la domotica abbia aiutato in questa direzione: oggi da una semplice app è possibile accendere e spegnere riscaldamenti ed elettrodomestici, regolare tapparelle e chiudere a chiave le porte.
Già dalla nostra mano, la casa è più accessibile, a costi incredibilmente bassi.

Alle implementazioni domeniche si aggiunge la sensibilità al bello e alla funzionalità di designer e architetti le cui idee diventano ispirazione ed esempi da seguire.

Bonnie J. Lewins e H. Stern: il design accessibile travestito da vezzo

interior progettato da Bonnie J. Lewis, spazi ampi, mobili bassi, porte ampie e molta luce
Bonnie J. Lewis is an Allied ASID, Assoc. IIDA, CAPS certified interior designer and aging-in-place specialist in Scottsdale, Arizona.

Vincitrice della sperimentale Kitchen & Bath Design Awards competition e di molte altre competizioni per lo studio di luoghi pubblici e privati accessibili, gli spazi dell’architetta Bonnie J. Lewins alternano un nordico lineare, molto giovane nello stile, e linee più classiche, soprattutto nei progetti delle sale da bagno che ricalcano lo stile di piccole spa private.

bagno con ampia doccia, spazi di ingresso grandi e lavelli di diverse altezze
Bonnie J. Lewis is an Allied ASID, Assoc. IIDA, CAPS certified interior designer and aging-in-place specialist in Scottsdale, Arizona.

I diversi livelli dei piani di appoggio creano una ritmica visiva che fa dimenticare l’utilità pratica (cioè l’accessibilità per chi è su una sedia a rotelle) e rimanda solo ad un’armonica scelta di design.
Idem per l’ampiezza dei piatti doccia e la facilità di ingresso, da vivere come un lusso per tutti.

Sempre femminile è lo stile e la sensibilità al bello di H. Stern, che strizza l’occhio al classico misto shabby chic dimostrando che i due stili non sono inconciliabili come non sono inconciliabili classe e accessibilità.

traditional-bathroom di H. Stern - stile classico con marmi e shabby nel legno dei lavabo

Le donne di Design Dream Home eliminano gli spazi morti e li trasformano in spazi vivi

Le donne del gruppo Universal Design Dream Home invece puntano molto sulla definizione e ri-definizione degli spazi riducendo al minimo gli spazi morti, le zone strette. Dai corridoietti agli anti-bagno e anti-camere, tutto viene eliminato per creare spazi di movimento più semplici e accessibili. Là dove c’erano zone d’ombra ora sono vetrate scorrevoli che fungono da divisori, nuovi elementi di interior design e possibili nuovi punti luce.

 

Credenze e armadi diventano sistemi modulari e orientabili.

I sofà utilizzati hanno forme ergonomiche ma giocose e colori vivaci.
Persino il lusso del camino diventa accessibile a tutti, con il semplice tocco di un dito o di un tasto dell’app del cellulare (grazie a sofisticati sistemi di stufe a pellet).

 

Design guida nell’articolato mondo della progettazione, così “avanti” da far passare in secondo piano l’alto livello di accessibilità a tutti, lasciando piena visibilità solo al comfort, allo stile e alla bellezza.

Come si confà a tutto ciò che è veramente cool!

Aiutaci a trovare i luoghi più cool d’Italia, unisciti alla campagna #accessibilityiscool.
Scopri di più sulla campagna, su come dare il tuo contributo con un selfie e su come promuovere il contest per portare design accessibile nei looghi di cultura e divertimento. 

 

 

 

 

Share

Un commento su “Bellissimi esempi di universal design per gli interior di casa”

I commenti sono chiusi