5 meravigliosi percorsi naturalistici accessibili in Italia

Ami la natura? Ecco alcuni percorsi naturalistici davvero cool sparsi nella nostra penisola.

Di Sabrina Barbante 

Abbiamo da poco parlato delle spiagge accessibili, di come riconoscerle, come trovarle e come mapparle, perché l’estate è davvero finalmente alle porte.

Ma non tutti amano solo il mare e per molti non c’è nulla di più rilassante di un percorso boschivo in una delle bellissime aree protette e nei parchi d’Italia.

Ma come la mettiamo con l’accessibilità?

5 percorsi naturalistici accessibili in Italia
Condividi questo post su pinterest! Grazie!

In effetti se trovare spiagge accessibili può essere arduo, il discorso diventa ancora più difficile quando si tratta di parchi, per via della complessità delle aree verdi fra radici, piante, arbusti e dislivelli.

Difficile, ma non impossibile. Esistono infatti aree protette, parchi e percorsi naturalistici che consentono a tutti di praticare passeggiate, trekking d’altura e persino di studiare nel dettaglio flora e fauna.

Vediamone alcuni insieme (ma tu, mi raccomando, segnalacene altri)

Parco Naturale Regionale dell’Aveto, Liguria

Foglia verde in bilico - percorsi accessibili

Il Parco naturale regionale dell’Aveto è un’area naturale protetta della provincia di Genova, per la precisione situato tra i comuni di Santo Stefano d’Aveto, Rezzoaglio, Borzonasca, Mezzanego e Ne, per una superficie complessiva di 3.018 ettari.

Il parco copre una delle aree naturalisticamente più importanti dell’intero Appennino Ligure e protegge una grande varietà geologica, faunistica e floristica.

Al suo interno si trova un imponente giardino botanico, il giardino Delpino, di grande bellezza e valore didattico.
I suoi percorsi sono fatti appositamente per essere accessibili a tutti, ospita una ricostruzione in piccole aiuole delle diverse coperture boschive che caratterizzano l’ entroterra ed è accompagnato da pannelli che spiegano l’ecologia locale in modo molto divulgativo.

Come arrivare alla partenza: Dall’uscita del casello autostradale di Lavagna, proseguire in direzione Carasco. Giunti a Carasco seguire per SP 586 della Val d’Aveto e, a Mezzanego, seguire le indicazioni per il Passo del Bocco (SP 26 BIS)

Parco di Monte Baldo  

oasi dei sensi - percorsi naturalistici accessibili - tattilo plantari
Percorsi tattili nell’Oasi dei Sensi

Il bellissimo parco di Monte Baldo si affaccia sul lago di Garda, sulla valle dell’Adige.
Comprende territori appartenenti a cinque diversi comuni del basso Trentino e un ventaglio di aree protette che vanno dal livello del mare ai 2000 metri di altezza, con microclimi interni molto vari.
Al suo interno troviamo l’Oasi dei sensi, un percorso esperienziale attraverso tutti i sensi che permette di toccare per comprendere, per vedere, per fare propri aspetti naturalistici.
Oltre all’oasi, che si trova vicino al Palazzo Eccheli-Bàisi a Brentonico, è presente nel parco anche un bellissimo sentiero attrezzato con pannelli tattili sensoriali, provvisti di testi naturalistici accuratamente tradotti anche in lingua Braille, illustrazioni rese tridimensionali e percepibili al tatto, sagome tattili in resina dei principali argomenti trattati nei pannelli, strutture ostensive in Cor-ten che ripropongono il profilo a quinte della valle e lo Skyline dell’orizzonte montano.

Il percorso inizia dalla Strada Doss de Robiom, a Brentonico

Alpi Marittime: Il lago del Lauzanier

Torniamo in zona ligure, sul confine francese, nella bellissima area delle Alpi Marittime.
Un itinerario di 8 km e 380 metri di dislivello di grande bellezza e biodiversità, fascino aumentato dal fatto che il percorso è accessibile per sedie e carrozzine per i primi 500 metri ed è poi accompagnato da tabelle tattilo plantari per il restante percorso più ripido.

Partenza da Pont Rouge – Comune di Larche 

Parco della Murgia Materana

ragazzo che cammina su un sentiero in un parco

È chiamato brevemente “Parco della Murgia materana” ma il suo nome esteso è Parco Archeologico Storico-Naturale delle Chiese Rupestri del Materano; si trova in Basilicata ed è patrimonio dell’Unesco.

Da poco il parco si è dotato di videoguide in LIS relative ad aspetti storici, archeologici e naturali dell’area protetta. Un’idea simile è stata realizzata fino ad oggi solo nel

Parco della Sila, in Calabria.

aziende tessile a produzioni ecologiche e sostenibili - www.accessibilityiscool.it

Quest’ultimo, non è certo nuovo alle iniziative volte all’accessibiltà per tutti!
Diversi i percorsi didattici fruibili, tra cui vogliamo segnalare l’orto botanico di Cupone, nel Comune di Spezzano della Sila (CS).

Si tratta di un centro di educazione ambientale con sentieri naturalistici, osservatori faunistici, museo, giardino geologico ed un orto botanico accessibile a chi ha problemi motori momentanei o permanenti e con pannelli e file audio mp3 che raccontano persino le essenze!

Inoltre anche l’accesso ai “I Giganti della Sila” (consentito solo a piedi nei mesi da giugno a ottobre), si estende lungo un percorso obbligato, fruibile anche ai disabili.

Ti ricordiamo che questi non sono solo luoghi di incredibile bellezza naturale, ma anche luoghi di svago e cultura, quindi rientrano perfettamente tra le aree che vorremmo mappare nella nostra mappa dell’accessibilità.

Fatti un selfie usando l’hashtag #accessibilityiscool e pubblicalo geolocalizzandoti

Conosci altri percorsi accessibili e cool?

dona il 5x1000 a movidabilia