Giardini botanici e percorsi sensoriali in Italia: ecco quali scegliere

percorsi naturalistici accessibili in italia

Sapete quanto noi di Movidabilia amiamo i percorsi naturalistici e la natura in genere. Ma sappiamo che il movimento contemplativo all’aria aperta piace anche a voi, nostri amici e follower.

Oggi ti indichiamo 6 luoghi magici tra giardini botanici e percorsi sensoriali in tutta Italia, da nord a sud, dove tutti potremo imparare di più sulle meraviglie della natura, i segreti delle piante e per godere della magia di una passeggiata nel verde.

Tutti i sensi coinvolti!

Natura e alta tecnologia a Milano

Consoci l’orto botanico di Brera, a Milano? Dovresti.
Curato dall’Università di Milano, L’orto botanico di Brera non è all’avanguardia solo per la biodiversità e il valore formativo delle esperienze di questo spazio verde ma anche per l’alta tecnologia che accompagna il tuo viaggio al suo interno.

Infatti all’esperienza benefica tattile e sensoriale di chi visita l’orto, si unisce una tecnologia non invasiva che permette anche ai non vedenti di conoscere e scoprire in maniera ‘attiva’ la ricchezza botanica di questo luogo.

percorsi multisensoriali in italia
ph. di Ksenia Makagonova, Unsplash

Attraverso l’uso di microchip interrati a pochi centimetri di profondità i non vedenti e ipovedenti, dotati di uno speciale bastone che funge da antenna, possono seguire un percorso che manda informazioni e descrizioni in più lingue ad un auricolare. Questa esperienza si unisce a quella tattile e olfattiva, nella quale i non vedenti hanno una marcia in più rispetto agli altri.

Un vero e proprio percorso di conoscenza e emozioni sensoriali: è infatti possibile toccare le cortecce e le radici superficiali di alberi secolari, percepire il rumore dell’acqua che scorre nelle vasche, i rumori attutiti della città e i profumi delle piante aromatiche.

L’esperienza che unisce natura e tatto a tecnologia è anche a disposizione degli utenti vedenti.

http://www.unimi.it/news

Gangi e il suo percorso cultural-sensoriale

Di tipo storico-culturale più che ambientalistico è il percorso sensoriale del comune di Gangi, un bellissimo borgo antico nell’area metropolitana di Palermo.

Un sistema di guide alternative fatto di audioguide ad attivazione automatica GPS e infrarossi per 50 punti di interesse turistico in un itinerario completo e dettagliato che parte da piazzetta “Zoppo di Gangi”, passa dai principali monumenti e tesori del borgo antico fino ad arrivare alla Chiesa della Badia e chiesa di San Paolo.

Tutti i sensi sono coinvolti in questo cammino, in cui anche le campane e le voci del borgo sono parte della narrazione del luogo.

Lucca, percorsi speciali in un giardino unico in Italia

Esperienze sensoriali in tutta italia - Lucca
Giardino Botanico di Lucca

Anche Lucca gode della ricchezza di un suo orto botanico con percorsi che stimolano forme di conoscenza non solo visiva ma anche uditiva, tattile, gustativa e olfattiva, perché la natura è un tesoro complesso e bisogna goderne in modo multisensoriale.

L’orto ha al suo interno, oltre alle preziose specie di vegetali, anche percorsi tematici come il percorso degli alberi o il sentiero sensoriale, fatto di piante aromatiche.
Tutti i percorsi prevedono che al visitatore sia data una guida orientativa in braille e audio guida e che trovi cartellini in braille lungo il percorso a descrizione di ogni specie incontrata e contenitori con frutti e parti di pianta non raggiungibili a piedi o con le mani e gli occhi (si capisce bene quanto questo percorso sia completo e bellissimo anche per chi non ha speciali necessità).

http://www.luccaaccessibile.it/orto-botanico/ 

Gallipoli: molto di più della movida estiva

percorsi naturalistici accessibili in italia - punta pizzo gallipoli
Parco Naturale di Punta Pizzo a Gallipoli

Tutti conoscono Gallipoli per la sua frizzante movida estiva. Meno persone sanno che la cittadina è circondata da un territorio ricchissimo dal punto di vista ambientale.

Ancora di meno sono le persone che conoscono i percorsi sensoriali di Punta Pizzo, ma noi oggi porremo rimedio!

Il Parco naturale regionale “Isola di Sant’Andrea e litorale Punta Pizzo” custodisce al suo interno un percorso naturalistico sensoriale per ipovedenti e non vedenti, che è accessibile e fruibile anche a persone con disabilità motorie e che, in realtà, è visitatissimo e amato anche da chi non ha speciali necessità.

Sentieri guidati da funi-guida in canapa, fissati ai traversi esistenti di uno dei due lati della staccionata mediante apposite staffe in lamiera zincata rendono il sentiero didattico facilmente percorribile anche a ipovedenti e non vedenti, e le tabelle informative in large printper e in braille fanno tutto il resto.

Il Trentino è sempre avanti… ma non lascia mai nessuno indietro!

percorsi sensoriali naturalistici accessibili in italia
ph Alisa Anton, unsplash

Soffermiamoci anche su due nuovi percorsi di una delle regioni più all’avanguardia, in tutta Europa, in merito ai percorsi sensoriali e naturalistici e in merito all’accessibilità.
Il biotopo “Palude di Roncegno” è un’area bellissima nella parte orientale del Rio Chiavona, facilmente raggiungibile anche in bici.

Le caratteristiche principali di questa riserva sono la costante presenza di acqua e l’esistenza di uno degli ultimi più importanti boschi ripariali di fondovalle della Provincia Autonoma di Trento.

I suoi 500 metri di percorso sono fruibili anche dai portatori di disabilità motorie, dai non vedenti e dagli ipovedenti, grazie alla collaborazione con la sezione di Trento dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti.

I sentieri hanno larghezza idonea, il fondo stradale è regolare e non vi sono gradini. Come a Gallipoli, anche qui è stata posta una corda che funge da guida ai non vedenti.

Gli 8 punti informativi del sentiero dispongono di serigrafie per a vantaggio degli ipovedenti e pannelli in braille, disegni in rilievo e sagome di animali in vetroresina.

percorsi naturalistici in trentino
ph Kawin Harasai, unsplash

E poi, il bellissimo percorso degli Aquiloni.
Si tratta di un percorso adatto a gente davvero active e sportiva per via di pendenze che variano dal 8% al 39,5%. Poco adatto a chi ha disabilità motorie, per via della presenza di gradini di 14 cm, ha invece diversi supporti per ipovedenti e non vedenti; assi di legno trasversali indicano le posizioni delle tabelle informative, corrimano in legno e, nella parte finale del percorso, cordolo alto circa 20/30 cm su entrambi lati aiutano nella percorrenza del percorso di circa 2 km.

Scopri altri 5 bellissimi percorsi naturalistici d’Italia

Quali altri percorsi multi sensoriali accessibili conosci in Italia? Faccelo sapere e li inseriremo nel prossimo articolo.

E, ovviamente, fatti un selfie in questi luoghi e pubblicali su facebook con gli hashtag #accessibilityiscool e #movidabilia e lo inseriremo nella mappa dei luoghi cool e accessibili d’Italia.

 

Share