Il Natale non si vede. Il Natale si sente. Eventi tattili in tutta Italia

ph hamburger arts - unsplash - natale 2017 evento on vendenti

Il periodo più magico dell’anno, almeno alle nostre latitudini, è fatto di luci ma non solo. Il Natale è anche fatto di odori speciali, di suoni, di emozioni e percezioni che vanno ben oltre la vista e che si sentono dappertutto.

Oggi ti vogliamo consigliare degli eventi “al buio” in cui le emozioni a 360 gradi di certo non mancano.

Tra mostre, teatro e buone nuove per l’anno che verrà, ecco alcune cose molto interessanti da fare nel mese di dicembre, in attesa del Natale.

Blind Vision, visione cieca a Napoli 

Immagina di entrare in una cupola scura, in cui l’arte si racconta attraverso calore, voci narranti e suoni avvolgenti. Questo è solo in parte quello che vivrai a Napoli, quando visiterai l’installazione Blind Vision, progetto pluri sensoriale di Annalaura Di Luggo, che parte da un suo progetto fotografico sul mondo delle visioni alternative dei non vedenti e ipovedenti.

“L’oscurità è dove gli altri si perdono. Tu mi troverai lì”.

Sono le parole di Giuseppe, studente 21enne di lettere. La sua voce si espande da un’immagina pulsante, quella della sua iride, ritratta in primissimo piano. La sua è solo una delle tante emozionanti voci di questa mostra che inaugurata il 7 dicembre che andrà avanti fino a dopo l’Epifania, in Piazza Martiri a Napoli.

occhi verdi in primo piano, sfondo buio e mani con delle lucine di natale che fanno luce su metà volto di donna

Spettacolo teatrale… senza luci né riflettori

Abbiamo già parlato di Dialogo nel buio di Milano, uno dei progetti più complessi e completi ma anche più interessanti del panorama nazionale per quanto riguarda l’avvicinamento al mondo delle persone con deficit  visivo.

In programmazione questo mese, uno spettacolo davvero da non perdere: “Viaggio agli inferni del secolo”, tratto da un racconto di Dino Buzzati. E se, varcando una porta nella metropolitana di Milano, si entrasse direttamente all’inferno? E se questo inferno non fosse poi molto diverso dalla nostra città?

Dialogo nel Buio vi fa sperimentare uno spazio teatrale senza confini, dove apprezzare in modo straordinariamente vivido la recitazione degli attori.

Voce, movimento, ritmo, espressione… lo spettacolo si colora di sfumature inattese, toccando le corde emotive del pubblico e sorprendendolo di continuo, senza luci, in totale penombra e sfruttando al 100% le doti attoriali degli artisti.

Le parole si fanno più intense, i rumori più vividi e nell’atmosfera ovattata del buio ci si ritrova completamente immersi nel fluire della rappresentazione.

Leggi di più sulle Cene al Buio in Italia 

Con Tatto… andiamo a Pescara 

eventi al buio in tutta italia

A Pescara ci attende la bellissima mostra, insolita e inclusiva, dello scultore Michele Meomartino, che presenta ‘Con Tatto’, un percorso espositivo al buio per vedenti e non vedenti, dove le opere, realizzate con la pietra della Maiella, potranno essere letteralmente toccate con mano.

La mostra, a ingresso libero si tiene presso la sala Cascella dell’Aurum fino alle ore 19.30 del 15 dicembre, quindi è bene approfittarne subito!

Inoltre è possibile visitare la mostra al buio anche accompagnati dai non vedenti della sezione abruzzese dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti, così da dare ai visitatori non solo la possibilità di esplorare le opere scultoree ma anche di essere guidati nel mondo sconosciuto di un non vedente. La mostra ha un approccio multisensoriale grazie a musiche e odori particolari abbinati ad ogni opera.

attori di teatro che recitano usando danzando

Buone nuove dal mondo del teatro per il 2018 

Infine, chiudiamo dando una buona notizia in merito al teatro nel 2018.

Grazie all’implementazione del progetto “No Limits”, nato a Forlì con il centro Diego Fabbri, nel 2018 sarà possibile usufruire in diversi teatri italiani di uno sperimentale dispositivo che consente ai non vedenti di utilizzare una speciale cuffia con audio descrizione di quanto avviene in scena e leggere dei sopratitoli nella parte alta del palco.

I teatri di questa sperimentazione saranno il teatro Duse di Bologna, il Teatro Stabile di Torino e il Fortuna di Fano, in provincia di Pesaro, oltre ai teatri Boiardi di Scandiano, Magnani di Fidenza, Asioli di Correggio, Laura Betti di Casalecchio, Mac Pazieri di Pavullo e Comunale di Russi.

Il nostro invito è sempre di Andare a Teatro, renderlo accessibile e scegliere tutte le manifestazioni di arte inclusiva!

Acquista la maglietta “L’amore è cieco ma legge il braille” (Ti amo scritto in braille) – e tante altre magliette della stessa linea – e ci aiuterai a rendere accessibili i locali della Movida Italiana. 

Maglietta della campagna Accessibility is cool L'AMORE è CIECO MA LEGGE IL BRAILLE (e ti amo scritto in Braille)

Share