How to work in the social sector: 4 steps to follow,,it,Would you like to work in the social sector? Do you have the dream of doing a job that is also a support to society and that reflects your values? We suggest you some important and useful steps to follow,,it,Working in the social field is the ambition of many: to be able to develop a career that reflects values ​​and that unites our choice of being active citizens with our need to have an income is an idea that ignites the interest of the most sensitive people.,,it,But how do you do it?,,it,How do you become "employees" or collaborators of large (or medium or small) national and international companies in the,,it,Third sector,,it

lavorare nel sociale

Vorresti lavorare nel sociale? Hai il sogno di fare un lavoro che sia anche un supporto alla società e che rispecchi i tuoi valori? Ti suggeriamo alcuni step importanti e utili da seguire.

Lavorare nel sociale è l’ambizione di molti: poter sviluppare una carriera che rispecchi dei valori e che unisca la nostra scelta di essere cittadini attivi alla nostra necessità di avere un reddito è un’idea che accende l’interesse delle persone più sensibili.

Ma come si fa?
Come si diventa “dipendenti” o collaboratori della grandi (o medie o piccole) realtà nazionali e internazionali del Terzo Settore?
Based on our experience, we give you some ideas and 4 steps to follow if you have a dream of working in the social sector.,,it,1. Form yourself by volunteering,,it,ph. Carmelo Roberto Monica Renna, constant support for Movidabilia's LIS language.,,it,To begin with, the best way to learn and develop skills in the social world is to start with volunteering.,,it,Needless to say, when you send your CV, with a degree and language skills, experience and certificates to the organization that best represents your values, the first thing they will look at is if you have years of volunteering behind them, in their organization or in others associations.,,it

1.Formati facendo volontariato

laboratorio_feel the sound
ph. Carmelo Roberto Monica Renna, costante supporto per la lingua LIS di Movidabilia.

Tanto per cominciare, il miglior modo per imparare e sviluppare competenze nel mondo del sociale, è partire dal volontariato.
Inutile dire che quando invierete il vostro CV, con tanto di laurea e competenze linguistiche, esperienze e attestati all’organizzazione che più rappresenta i vostri valori, la prima cosa che guarderanno è se avete alle spalle anni di volontariato, nella loro organizzazione o in altre associazioni.

This is because it is important to demonstrate that you have a concrete social attitude and field experience of any kind.,,it,The working dynamics of the Third Sector are in fact a little different from those of the commercial sector and "teaching" them starting from scratch after the eventual hiring is not easy. Better to know them at the start.,,it,Plural management:,,it,how to insert people with disabilities into their staff,,it,2. Which training path to choose?,,it,In reality there is no exclusive and preferential training course.,,it,A good student in sociology with many years of volunteering behind him is an excellent candidate to spend in the sector of recruiting or contact with the public.,,it

Le dinamiche anche lavorative del Terzo Settore sono infatti un po’ diverse da quelle del settore commerciale e “insegnarle” partendo da zero dopo l’eventuale assunzione non è semplice. Meglio conoscerle in partenza.

Leggi anche:

Management plurale:
come inserire persone con disabilità nel proprio staff

2. Quale percorso formativo scegliere?

ragazzo di etnia africana seduto all'aperto mentre legge
ph tamarcus brown – unsplash

In realtà non esiste un percorso formativo esclusivo e preferenziale.
Un bravo studente in sociologia con tanti anni di volontariato alle spalle è un ottimo candidato da spendere nel comparto del recruiting o del contatto con il pubblico.
A person who has a lot of field volunteering experience, with study skills in the field of training, will be an excellent volunteer trainer.,,it,A linguist will be expendable for NGOs with branch offices and strong international bases and an economist will certainly be an excellent element for the administrative offices of non-profit organizations, which have very precise and stringent rules to be respected on a contractual and economic level to maintain the status of Onlus itself.,,it,So the important thing is,,it,- study well and hard (in any sector you are passionate about),,,it,- finish your training course quickly and,,it,- alongside him with the voluntary activity.,,it,3. Cultivate your values,,it
Un linguista sarà spendibile per le ONG con sedi distaccate e forti basi internazionali e un economista sarà di certo un ottimo elemento per gli uffici amministrativi delle Onlus, che hanno delle regole molto precise e stringenti da rispettare sul piano contrattuale ed economico per mantenere lo status di Onlus stesso.

Quindi, l’importante è
– studiare bene e tanto (in ogni settore che ti appassioni),
– finire in fretta il proprio percorso formativo e
– affiancarlo all’attività di volontariato.

3. Coltiva i tuoi valori

selfie per mappare i luoghi accessibili

In a world where everyone tells you not to "waste time" on things that are not immediately useful to your personal gain, you continue on your way.,,it,In a world where it is difficult to explain why you want to help without remuneration, you don't waste time explaining.,,it,"Cultivate" and that's it.,,it,Cultivate your civic sense, cultivate your aptitude to help others for the sole pleasure of doing it. Time will prove you right and, if you wish, the years of civic and voluntary work will also bring you working benefits.,,it
In un mondo in cui è difficile spiegare il motivo per cui si ha voglia di aiutare senza una remunerazione, tu non perdere tempo a spiegare.
“Coltivati” e basta.
Coltiva il tuo senso civico, coltiva tua attitudine ad aiutare gli altri per il solo piacere di farlo. Il tempo ti darà ragione e, se lo vorrai, gli anni di impegni civico e volontariato ti porteranno benefici anche lavorativi.
There are many commercial companies and large multinationals that positively evaluate volunteering activities, together with travel and experiences abroad. In fact, especially the human resources offices of the most important companies have learned to evaluate the commitment, devotion to a cause and the transversal skills that are acquired outside the classrooms.,,it,4. Choose the voluntary sector that most gratifies you,,it,As with choosing a course of study, the choice of one's place in the world of volunteering must also be well thought out.,,it,The good news is that the social sector and the Third Sector really need everyone:,,it

4. Scegli il settore di volontariato che più ti gratifica

Ragazza che finge di volare su una sedia a rotelle - performance teatrale
Ragazza che finge di volare su una sedia a rotelle – performance teatrale

Come per la scelta di un percorso di studi, anche la scelta del proprio posto nel mondo del volontariato deve essere ben ponderata.

La buona notizia è che il sociale e il Terzo Settore hanno davvero bisogno di tutti:
of trainers / educators, economists, doctors, home care, nurses, people who know and want to listen.,,it,When you want to give voice to your desire to help others and to pursue a mission, choose well the area that most gratifies you and in which you recognize yourself most.,,it,You will thus be a super volunteer and, later, an attractive work resource for the reality that best represents your values.,,it,Or you could create a new association reality, able to network with other associations that have the same mission.,,it,Because he always remembers that social is collaboration and participation, not competition.,,it,21/02/2020,,en,work in the fourth sector,,it,ong,,en,fourth sector,,it
Quando vuoi dare voce alla tua voglia di aiutare gli altri e di perseguire una mission, scegli bene l’ambito che più ti gratifica e nel quale più ti riconosci.
Sarai così un super volontario e, in seguito, una risorsa lavorativa appetibile per la realtà che più rappresenta i tuoi valori.

Oppure potresti creare una realtà associativa nuova, in grado di fare rete con le altre associazioni che hanno la stessa mission.

Perché ricorda sempre che il sociale è collaborazione e partecipazione, non concorrenza.

Share