E se la musica diventasse il tuo nuovo modo di affrontare la vita? Il progetto Flow, scuola di musica.

Photo by Eric Nopanen on Unsplash

Dove c’è arte c’è (o ci deve essere) libertà di espressione, libertà di crescita  e piena, pienissima accessibilità!

Ovviamente, dove c’è arte accessibile, c’è Movidabilia con i suoi progetti!

Oggi ti parliamo di FLOW, una scuola di musica accessibile e inclusiva nata a Sava (Taranto), da un’idea di Movidabilia, che propone corsi di strumento e tecnica musicale professionali e di alta formazione.

 

In Flow si valorizza la musica come fattore di crescita per stimolare l’intelligenza e la creatività, un approccio alla vita più libero e indipendente.

Non la musica “e basta” ma la musica come enzima che innesca idee e innovazione.
La musica, come nuova compagna di viaggio e nuovo modo di vivere e cambiare la società. La musica come “Luogo comune” e spazio sociale da condividere con tutti.

L’idea nel nome:   

flow - locandina del progetto
Locandina Flow

Flow è un flusso di persone, energie, idee e musica.
E di energia ne scorre a fiumi, dal momento che ci sono tre associazioni alla base di questo progetto, centro nevralgico di idee e competenze: Movidabilia, Arci Calypso e About Music.

Dove e perché?

L’energia passa nella cornice del Laboratorio Mediterraneo (o ex Macello), in Via Macello 1 a Sava (TA).

Ovviamente, anche la sede è cool per molteplici motivi: sia perché è accessibile, e come tutti ben sappiamo #AccessibilityIsCool, sia per via del suo concept di progettazione.
Nato negli spazi di un ex Macello, il luogo è stato ripristinato e ri arredato con materiali da riciclo e vecchi oggetti che hanno fascino e nuova vita.

mezzo busto con chitarra, giacca rossa e maglia IN LIS WE TRUST

I corsi attivi sono di batteria, chitarra classica ed elettrica, piano, clarinetto e sax, canto jazz e moderno.
E poi ancora, teoria e tecnica di solfeggio (integrata in ogni corso), ludo-musica per bambini, formazione pre accademia, laboratori di musica di insieme.

Tutti i corsi sono accessibili e aperti a persone con disabilitá e bisogni educativi speciali; questo è ovviamente un plus da non trascurare! Il contatto e confronto continuo con la visione alternativa della vita dei portatori di disabilità fisica o sensoriale sono parte integrante del progetto di crescita collettiva che Flow propone a tutti quelli che si vorranno salire su questo treno.

ph by Tim Wright - unsplash
ph by Tim Wright – unsplash

L’approccio alla musica è un percorso intimo e individuale, ma se a questo percorso “tutto per sé” si affianca una comunità di persone che crescono con te e imparano anche da te, ecco che non è solo lo strumento che diventa musica ma anche la musica diventa strumento. Di crescita e di arricchimento per tutta la società.

E chissà che proprio da questa nuova e bellissima avventura non nasca un nuovo grande festival della musica accessibile, come quelli inglesi che fanno scuola in tutto il mondo, dei quali ti abbiamo parlato nel dettaglio in questo post!

Noi vi teniamo aggiornati! Voi, non perdeteci di vista.

Intanto, leggi tutte le info dettagliate e segna i contatti. 

 

Share